Valutare l’impatto sociale

2017-12-13T08:43:22+01:0013 dicembre 2017|Categories: Innovazione Sociale, Risorse|Tags: |0 Commenti

La valutazione dell’impatto sociale è uno dei temi centrali della Riforma del Terzo settore.

Ma come si misura la complessità dell’impatto? E quali sono i limiti tecnici e metodologici della valutazione?

In un interessante articolo del Sole 24 ore Marco Calderini,  autore di libri e pubblicazioni internazionali nel campo dell’economia, del management e dell’innovazione si interroga su queste questioni e propone un’innovativo strumento di misurazione dell’impatto: Alice.

Mentre molte imprese sociali si confrontano con la  valutazione nell’ottica di attrarre possibili investimenti, molti finanziatori propongono strumenti  basati su metriche di impatto. Proprio queste metriche  però sollevano questioni rilevanti dal punto di vista tecnico e metodologico.
Tra queste la disponibilità e l’affidabilità dei dati, la complessità, imprevedibilità e non linearità dei legami causa-effetto, l’indipendenza e la credibilità della valutazione.

La misurazione di impatto  si muove tra proposte metodologiche molto diverse tra loro:  rendicontazione,  big data e dell’intelligenza artificiale applicata all’impatto sociale. Tuttavia, secondo l’autore,  le nuove tecnologie aprono interessanti scenari che meritano attenzione. Alice, lo strumento proposto nell’articolo, è una piattaforma che, facendo uso dei big data e della tecnologia blockchain, dovrebbe aiutare le organizzazioni e le imprese sociali a valutare e migliorare l’impatto delle loro iniziative.

Qui la versione integrale dell’articolo.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.