La “solitudine” del progettista d’offerta

2018-06-07T12:26:26+02:00 29 agosto 2017|Categories: Articoli|0 Commenti

Chi ha svolto mansioni di progettazione in risposta a bandi di gara per un certo periodo di tempo, probabilmente, può essersi ritrovato ad ascoltare una frase da qualcuno, che fosse il suo capo o qualche collega, che pur con parole differenti racchiudeva grosso modo il seguente sottinteso: “Ma in fondo i progetti che fai sono poco più di un copia e incolla…”.

Ciò perchè nella mente di taluni personaggi, per svariati motivi, che possono andare dall’opportunismo di sminuire per ottenere di più, fino alla semplice incompetenza (ma direi anche ignoranza, nel senso letterale del termine, cioè: “di chi ignora cosa dice”), rispondere a un capitolato di gara per servizi simili, in definitiva, comporta semplicemente riutilizzare quello che hai già scritto in quelli precedenti e poco più.

L’idea che sottende una tesi del genere è, più o meno, che rispondere a un bando richiede come competenze base necessarie e sufficienti, quella di averlo fatto già altre volte, avere un’infarinatura dell’argomento e la capacità di utilizzare in maniera ottimale i tasti CTRL+C e CTRL+V e poco altro.

Ne discende che, in linea di massima, basta prendere una qualsiasi risorsa che abbia lavorato nel settore o che abbia un titolo professionale attinente, spiegarle brevemente cosa deve scrivere e, nel giro di qualche mese, eccola bella e pronta a sfornare progetti.

E in effetti, in determinate realtà (direi senz’altro quelle meno avvedute e lungimiranti), questo è un sistema che non di rado si utilizza. E funziona. Se l’obiettivo è quello di consegnare progetti e non quello di aggiudicarsi una gara.

In sostanza è il modo migliore per demotivare le proprie risorse, perdere soldi e sprecare tempo.

L’equivoco alla base di tutto ciò però è un altro: confondere la figura del progettista con quella del progettista d’Offerta, e ritenere che il primo soddisfi tutti i requisiti necessari e sufficienti a rispondere a un bando di gara, quando, se va bene, possiede solo quelli necessari.

Progettare un servizio per la gara è cosa ben differente che progettare l’offerta che “vende” il servizio a chi ha il compito di valutarne la qualità e l’economicità. In quest’ultimo caso è l’Offerta stessa, nel suo complesso, il vero “progetto” da rendere competitivo.

E’ un concetto banale, ma l’esperienza sul campo racconta una realtà ben diversa.

Idealmente il progettista è solo uno dei membri di un più completo team d’offerta, che deve prevedere un insieme variegato e integrato di capacità e competenze; una risorsa che è “di spalla” al progettista d’offerta, non certo sostitutiva; a meno che non possieda una serie di capacità e conoscenze trasversali tali da coprire più ruoli. Ma, in tal caso, sarebbe, appunto, un progettista d’offerta e non un progettista. E come tale andrebbe riconosciuto (e retribuito).

Quello che è certo è che un’Offerta, per essere davvero competitiva, prevede necessariamente un insieme ben più esteso di skill rispetto a quelli che, spesso superficialmente, si ritengono sufficienti.

Queste competenze possono essere sì possedute da una sola persona (raro), ma in ogni caso, se non si riesce a realizzare questo scenario (per motivi di organico, economici o altro), risolvere la criticità negando questa evidenza è la scorciatoia meno saggia per risolvere il problema, considerando anche che, in molti casi, la quota maggiore dei servizi svolti proviene proprio dalle opportunità fornite dai bandi di gara.

Vediamo, non esaustivamente, quali sono queste capacità:

  • Conoscenza complessiva dell’ambito e del contesto tecnico
  • Capacità di leggere in maniera critica e analitica la documentazione di gara
  • Avere almeno una conoscenza di base delle specifiche amministrative di un bando
  • Capacità di individuare i requisiti fondamentali e le discriminanti di valore
  • Capacità di verificare rapidamente la congruenza tecnico-economica del servizio
  • Capacità di individuare le carenze e le ambiguità e predisporre i relativi quesiti
  • Capacità di ricerca dei differenti contesti territoriali, normativi, organizzativi, cui si riferisce il bando
  • Capacità perfetta di utilizzo dei tool di produttività individuale, di elaborazione testi, foglio di calcolo, tool di grafica e di pianificazione
  • Capacità di elaborazione di budget e delle stime di costo relative al personale e a tutte le altre spese
  • Conoscenza delle diverse formule di attribuzione del punteggio economico e capacità di simulare i risultati a fronte di scenari differenti
  • Capacità di bilanciare soluzioni tecniche e impegno economico in relazione alle formule di attribuzione dei punteggi
  • Capacità di relazionarsi con fornitori di differente tipo, avendo cognizione e abilità di confronto sui relativi ambiti: software, servizi generali, fornitori di prodotti di vario tipo etc.
  • Capacità perfetta di scrittura, proprietà di espressione, sintesi
  • Capacità di attivare e utilizzare strumenti e fonti di ricerca
  • Capacità rapida di reperire informazioni tecniche, normative, vincoli e comprenderle in tempi brevi
  • Capacità di reperire informazioni sui possibili concorrenti
  • Capacità di relazionarsi e coordinarsi con risorse tecniche e/o partner di progetto
  • Predisposizione all’inventiva, creatività, rinnovamento continuo
  • Capacità di time management e lavoro continuo sotto scadenza

E, in ultimo, ma non meno importante:

  • Capacità di fare tutto quanto riportato sopra, sempre e comunque, rapidamente, sotto scadenze stringenti e magari anche con l’idea costante di essere considerati come quelli che “scrivono (cioè copiano e incollano, diciamolo dai) progetti…”.

About the Author:

Mario Menditto
Sono Mario Menditto, ingegnere e consulente, specializzato nella progettazione d'offerta. Mi occupo da più di 15 anni dello sviluppo di progetti tecnico-economici in risposta a bandi di gara, inizialmente in ambito ICT e successivamente specializzandomi, negli ultimi sette anni, su servizi socio-assistenziali, socio-sanitari, sanitari, educativi. Visita il mio sito personale: www.tendertutor.it

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.